L'audio digitale

Analogamente alle immagini (bitmap e vettoriali) anche l´audio, nei computer, è rappresentato in due forme diverse:
  • Audio digitalizzato, detto anche WAVE (da Onda), in quanto rappresenta, in modo digitale, la forma dell' onda sonora.
    Può essere compresso in varie forme, MP3, WMA ecc... ma per i montaggi video conviene stare sui formati WAV non compressi, anche quando il programma di edit supportasse i formati compressi, per evitare la doppia compressione.
  • Audio sintetizzato, detto MIDI, acronimo di Musical Instruments Digital Interface, nato nell´ambiente degli strumenti musicali ed è più paragonabile ad uno spartito che ad una registrazione.
    E' per natura molto snello e quindi non si usano compressioni. Normalmente non è supportato direttamente dai programmi di Video-Edit e occorre convertirlo in WAV.
Midi originale Midi rallentato Midi con campane Wave Stop
La particolarità del formato MIDI è che descrive un brano musicale che non è ancora stato eseguito, quindi, modificando i parametri di esecuzione, facciamo di fatto un "arrangiamento" e perciò si presta ad essere adattato sia alla durata, sia all'ambientazione del video.